Visualizzazioni totali

lunedì 8 ottobre 2012

UNA CANZONE PER I POLITICI ITALIANI

NOI SIAMO IL MONDO
http://youtu.be/5g7W4wQ8iYc 


Per tutti i bambini, del sud del mondo e non solo, che ogni giorno muoiono di fame,  o sotto le bombe , nell'indifferenza dell'occidente capitalista, mi  rivolgo  ai politici italiani come cittadina.   

Non tutti i minori hanno le stesse opportunità nella vita. 
Non tutti i bambini crescono in famiglie felici.   
Non tutti i bambini ricevono le cure necessarie: il cibo, il riparo, l’amore, l’istruzione.
 In molti casi le catastrofi naturali, le condizioni meteorologiche esterne, la guerra, la povertà, aumentano la mancanza di questi bisogni fondamentali.

Che fare ? Che devono fare i politici ? 

Che devono fare i nostri parlamentari italiani, i nostri consiglieri eletti a livello regionale, provinciale , comunale, in un momento  in cui l'opinione pubblica è scossa dall' 'eccessivo', anzi scandaloso,  costo della politica italiana a fronte della crisi sociale ed economica che imperversa nel  Paese colpendo  soprattutto le fasce più deboli?   
Che devono fare i nostri parlamentari nel momento in cui manifestano  gli studenti in corteo  in tante città del Paese,  ragazzi contro i tagli all'istruzione che privano milioni di giovani del diritto allo studio, al lavoro, al futuro ?

Nel precedente post 'Uniti per i bambini' ho cercato di spiegare il senso di un impegno umano  sociale e civile che dovrebbe coinvolgerci tutti in favore dei bambini ragazzi giovani  del mondo  
(UNITI PER I BAMBINI DEL MONDO 
http://donataalbiero.blogspot.it/2012/10/uniti-per-i-bambini.html)

Ora  lancio lo stesso appello ai politici.
 Non voglio fare del qualunquismo (io non grido 'sono tutti uguali', né  rinuncio a votare perché delusa); tuttavia … vorrei che i nostri 'ELETTI' aprissero gli occhi e si unissero in un unico coro per migliorare la situazione in Italia e nel mondo, pensando meno a  se stessi e un po' più agli altri, a quanti non hanno la forza di difendersi da soli.
 Non possiamo andare avanti fingendo di giorno in giorno che qualcuno, da qualche parte, presto cambi le cose.
Tutti noi siamo parte della grande famiglia di Dio
e, lo sai, in verità l’amore e tutto quello di cui abbiamo bisogno.

Noi siamo il mondo, noi siamo i bambini,
noi siamo quelli che un giorno porteranno la luce, quindi cominciamo a donare.       

E' una scelta che stiamo facendo,    
stiamo salvando le nostre stesse vite, 
 davvero costruiremo giorni migliori, tu ed io.
Manda loro il tuo cuore così sapranno che qualcuno vuol loro bene e le loro vite saranno più forti e libere.
Come Dio ci mostrò, mutando la pietra in pane,
così tutti noi dovremmo dare una mano soccorritrice.

Noi siamo il mondo, noi siamo i bambini,
noi siamo quelli che un giorno porteranno la luce, quindi cominciamo a donare.
E’ una scelta che stiamo facendo,
stiamo salvando le nostre stesse vite,
davvero costruiremo giorni migliori, tu ed io.

Quando sei triste e stanco, sembra non ci sia alcuna speranza, ma, se tu hai fiducia, non possiamo essere sconfitti.
Rendiamoci conto che le cose potranno cambiare solo
quando saremo uniti come una cosa sola
.

Noi siamo il mondo, noi siamo i bambini, noi siamo quelli che un giorno porteranno la luce,
quindi cominciamo a donare
.
E’ una scelta che stiamo
facendo,
stiamo salvando le nostre stesse vite,
davvero costruiremo giorni migliori, tu ed io
.


 Abbiamo tutti  la responsabilità sociale di sviluppare una nuova cultura politica basata sui diritti umani,  prioritariamente riconoscendoci in due valori chiave: la dignità umana, l'uguaglianza                                                                
 Insieme e individualmente  abbiamo il dovere di denunciare e contrastare le grandi e piccole violazioni dei diritti umani richiamando le istituzioni e i nostri politici  a  rispettare i loro impegni e responsabilità.
E'  venuto il tempo di progettare un mondo nuovo all'insegna del motto: "Tutti i diritti umani per tutti “

Quando la vita e i diritti delle persone,  principalmente dei bambini, SONO  in gioco, non ci devono essere 'testimoni silenziosi' .  

 Donata Albiero                 

Nessun commento:

Posta un commento